Open Access Accesso aperto  Accesso limitato Abbonamento o accesso libero

Il sacerdozio comune nella Missa chrismatis. Malinteso o arricchimento?

Giovanni Zaccaria

Abstract


L’articolo indaga la nascita, l’evoluzione storica e la teologia della Messa crismale con l’obiettivo di farne emergere spunti rilevanti per una teologia del sacerdozio comune dei fedeli. Nella prima parte si riassumono per sommi capi i principali snodi relativi alla storia della celebrazione, mettendo in evidenza in particolare il rapporto esistente tra la Missa chrismatis e i sacramenti dell’iniziazione cristiana. La seconda parte è dedicata allo studio teologico-liturgico della Messa crismale secondo l’editio typica tertia del Messale romano; si studiano alcuni elementi eucologici e parte della Liturgia della Parola, mostrandone gli elementi significativi per una teologia del sacerdozio comune.

 

The article investigates the birth, the historical evolution and the theology of the Chrism Mass with the aim of bringing out relevant cues for a theology of the common priesthood of the faithful. In the first part we summarize the main issues related to the history of the celebration, highlighting in particular the relationship between the Missa chrismatis and the sacraments of Christian initiation. The second part is dedicated to the theological-liturgical study of the Chrism Mass according to the editio typica tertia of the Roman Missal; some eucological elements and part of the Liturgy of the Word are studied, showing the significantelements for a theology of the common priesthood.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.3308/ath.v33i2.393

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.




Indicizzato da

                 

Incoraggiamo i lettori a iscriversi al servizio di notifica di questa rivista. Usa il link Registra in alto alla homepage della rivista. Con questa registrazione il lettore riceverà l'indice per email di ogni nuova uscita della rivista. Vedi la dichiarazione sulla privacy della rivista che assicura il lettori che il loro nome e indirizzo email non sarà usato per altri fini.